La tecnologia delle pompe di calore
Mitsubishi Electric per i climi freddi

Persino l'aria fredda contiene del calore che le pompe di calore riescono a catturare e trasferire all'interno per mezzo di una linea refrigerante soggetta alternatamente a espansione e compressione.

Per mantenere questo processo anche quando la temperatura all'esterno scende sotto zero, Mitsubishi Electric ha sviluppato il circuito Flash Injection, soluzione esclusiva per incrementare la circolazione del fluido refrigerante anche in condizioni climatiche rigide.

In questo modo le pompe di calore possono costituire una valida alternativa nelle zone più fredde del mondo.

 

Una tecnologia esclusiva per riscaldare
con alta efficienza energetica anche nelle zone molto fredde

Persino l'aria più fredda contiene del calore

Nella materia il calore migra dalle zone più calde a quelle più fredde. Di conseguenza, un corpo che all'esterno venga raffreddato a una temperatura più bassa dell'aria, anche sotto zero, assorbe da questa del calore. In altre parole riceve calore dall'esterno. Questo è il principio di base di funzionamento delle pompe di calore.

 

Le pompe di calore assorbono il calore dall'aria esterna per trasferirlo all'interno

Della massima importanza sono le proprietà del fluido refrigerante usato per la trasmissione del calore. Quando esso si espande, cede energia raffreddandosi notevolmente. Quando tuttavia la sua temperatura scende sotto quella dell'aria esterna, da questa stessa riceve calore.

Poiché una volta compresso il refrigerante diviene più caldo dell'aria dell'ambiente interno, tale differenziale viene ad essa trasferito. Ripetendo in continuazione questo ciclo la pompa di calore trasferisce il calore dall'esterno all'interno in modo altrettanto continuo ed efficiente.

Una tecnologia esclusiva per mantenere elevate prestazioni nelle zone fredde

Quando fa freddo le prestazioni di una pompa di calore convenzionale si riducono a causa del minor flusso di refrigerante in circolazione nell'impianto. Per risolvere questo problema Mitsubishi Electric ha sviluppato il circuito di iniezione “Flash Injection” la cui funzione, attraverso l'impiego di due sistemi di circolazione, è aumentare il volume del refrigerante.


ESEMPI DI POSSIBILI APPLICAZIONI

POMPA DI CALORE PER IL RISCALDAMENTO

Pompa di calore con unità interna idronica di tipo split.
Collegamento con separatore idraulico e pompa di ricircolo secondaria per garantire le giuste portate all’impianto a pavimento.

 

 

POMPA DI CALORE PER IL RISCALDAMENTO E PRODUZIONE SANITARIA

Pompa di calore con unità interna idronica di tipo split. Collegamento con separatore idraulico e pompa di ricircolo secondaria per garantire le giuste portate. Gestione automatica del riscaldamento invernale con l’impianto a pavimento e climatizzazione estiva con i ventilvonvettori. Collegamento dell’impianto con altra valvola motorizzata a 3 vie per la funzione ACS con collegamento a bollitore dedicato per la produzione sanitaria.

 

 

POMPA DI CALORE PER IL RISCALDAMENTO E PRODUZIONE SANITARIA CON INTEGRAZIONE SOLARE TERMOCI E CALDAIA A METANO

Pompa di calore con unità interna idronica di tipo split. Collegamento con puffer tecnico e doppia pompa di ricircolo secondaria per gestire 2 zone distinte di riscaldamento. Caldaia a metano per integrazione del funzionamento nei periodi piu freddi, consigliato nelle ristrutturazioni dove non viene fatto un efficientamento energetico dell’edificio. Collegamento dell’impianto con altra valvola motorizzata a 3 vie per la funzione ACS con collegamento a bollitore integrato dedicato per la produzione sanitaria. Integrazione sanitaria con impianto solare termico.

 

 

POMPA DI CALORE PER IL RISCALDAMENTO E PRODUZIONE SANITARIA

Pompa di calore con unità interna idronica di tipo split. Collegamento con separatore idraulico e pompa di ricircolo secondaria per garantire le giuste portate all’impianto a pavimento. Produzione sanitaria diretta garantita da bollitore interno da 200Lt.

 

 

SISTEMA IBRIDO A RECUPERO DI CALORE

Pompa di calore con unità interna idronica di tipo split. Collegamento con separatore idraulico e pompa di ricircolo secondaria per garantire le giuste portate . Collegamento dell’impianto con valvola motorizzata a 3 vie per la funzione ACS con collegamento a bollitore dedicato per la produzione sanitaria. Collegameto a massimo 2 unità interne di tipo split a espansione diretta per il raffreddamento estivo e riscaldamento nelle mezze stagioni. NB nel periodo estivo durante il raffreddamento degli ambienti il calore viene recuperato all’interno del bollitore acqua sanitaria con forte risparmio energetico.

 

 

IMPIANTO IBRIDO PER CLIMATIZZAZIONE AD ESPANZIONE DIRETTA E POMPA DI CALORE PER PRODUZIONE SANITARIA E RISCALDAMENTO CONVENZIONALE

Impianto di tipo IBRIDO Pompa di Calore e espansione diretta con tradizionali Split. Possibilità di gestire sino a 11 unità interne attraverso l’inserimento di 2 BrancchBox e 3 levKit. Gestione diretta del raffrddamento estivo e del riscaldamento nelle mezze stagioni.

Gestione della pompa di calore nel periodo invernale per il riscaldamento degli ambienti con sistemi a miglior comfort tipo impianti a pavimento e scaldasalviette per i servizi igienici, possibilità di integrazione con sistemi tradizionali tipo caldaia a metano nei periodi piu freddi in ristrutturazioni edilizie dove non è previsto efficientamento energetico dell'edificio. Produzione sanitaria diretta garantita da bollitore interno da 200Lt in tutte le stagioni inverno ed estate.

 

 

POMPA DI CALORE DI TIPO PACKAGED CON SISTEMA A CASCATA

Impianto a pompa di calore per grandi ambienti. Al solito Riscaldamento con impianto a pavimento, Raffreddamento con ventilconvettori, Integrazione con caldaia a metano convenzionale. Produzione ACS con integrazione solare termico tutte gestite da un sistema a cascata di 2 pompe di calore di tipo Packaged, ma possiamo farlo anche con sistema split con Hydrobox o hydrotenk.